IL NOSTRO FONDATORE:
Giuseppe Ratti

Iser è stata fondata nel 1880 da Antonio Ratti (che tra i cugini annoverava Achille Ratti, salito al soglio pontificio come Papa Pio XI e Giuseppe Ratti, fondatore dell’asilo Ratti di Rogeno tutt’ora attivo).

Nei primissimi anni di vita l’azienda utilizzava telai a mano per la tessitura della seta, posti nello scantinato dell’abitazione del fondatore, nel centro storico di Rogeno in Piazza Vittorio Emanuele.

“Il nonno produceva i suoi tessuti di seta e poi li vendeva direttamente – spiega il nipote Antonio – Girava con il suo “fagottino”, anticipando di fatto il rapporto diretto tra produttore e consumatore!”.

Alla fine dell’Ottocento Iser vantava più di 100 telai a mano. All’inizio del Novecento, con l’affermarsi del motore elettrico, ecco i primi telai meccanici, e così la produzione si espande rapidamente.

Il periodo della Seconda Guerra Mondiale coincide con un momento di crisi dell’azienda, che quasi arriva a fermarsi, anche per la scomparsa di Antonio Ratti nel 1944.

Il figlio Enrico Ratti decide quindi di prendere in mano la situazione e rilancia l’azienda, anche attraverso una riconversione della produzione e l’inizio della lavorazione delle fibre artificiali e sintetiche. Enrico Ratti resta in azienda fino agli anni Settanta, quando passa la mano prima al figlio maggiore Antonio, a cui poi si affiancano i fratelli minori Pietro e Giuseppe.

Negli anni Ottanta viene realizzato il nuovo stabilimento in via Nazario Sauro (15mila metri quadrati) dove vengono trasferiti produzione e uffici.

L’azienda, che può contare su 70 dipendenti, è specializzata nella produzione serica e realizza tessuti misti di fibre sintetiche e naturali, destinati ai settori dell’abbigliamento, della pelletteria, calzature, per nastri e articoli tecnici.

L’azienda rogenese inoltre realizza i propri prodotti attraverso tutte le fasi di produzione: dalla tessitura alla tintura fino ai finissaggi finali del tessuto, stampa e resinatura.

GALLERY